Eventuali obblighi di formazione ed esperienza ai fini della nomina

La frequenza di un corso o di un master, con annesso tirocinio, è obbligatoria o utile per essere nominato energy manager?

Ai sensi dell’articolo 19 della Legge 10/91, l’incarico di tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (o energy manager) può essere affidato, da un soggetto obbligato alla nomina, ad un proprio dipendente o ad un professionista esterno. Si tratta di un incarico di lavoro e non di una qualifica per l’esercizio una professione.
Per essere nominati responsabili non è formalmente necessario alcun titolo né tirocinio.
Nella sostanza, un corso seguito, e l’eventuale tirocinio da esso previsto, possono essere funzionali ad un’esperienza sul campo ed eventualmente facilitare la ricerca di una posizione da energy manager, oltre che essere di di ausilio nell’attività che si andrà a svolgere.
Riguardo invece alla certificazione della figura dell’Esperto in Gestione dell’Energia (EGE), che sta acquisendo importanza sempre crescente, l’esperienza professionale è un requisito obbligatorio.