Tenendo conto di quanto previsto dall’articolo 103 comma 1 del decreto legge 17 marzo 2020 n. 18 (c.d. decreto Cura Italia), come convertito in legge, il termine previsto dall’art.19 della legge 9 gennaio 1991 n. 10 per la presentazione della nomina dell’energy manager per il 2020 è posticipato. Stante l’attuale quadro legislativo in via di definizione, e in particolare tenuto conto del fatto che il decreto legge 8 aprile n.23 all’art. 37 (c.d. decreto Liquidità) andrebbe a prolungare ulteriormente la scadenza in oggetto, sarà nostra cura informarvi nelle prossime settimane in merito alla scadenza effettiva, che comunque non cadrà prima del 21 giugno.

Al fine di collaborare alla riduzione dei rischi di contagio per il Coronavirus, la FIRE ha deciso di adottare lo smart working per tutti i dipendenti.

Sebbene le nostre attività proseguano regolarmente, non potendo attivare il trasferimento di chiamata, riportiamo di seguito i nuovi riferimenti telefonici disponibili per informazioni in merito a:

– questioni amministrative, segreteria FIRE al numero: +39 379 19.04.452 o via e-mail scrivendo a segreteria@fire-italia.org

– questioni legate alla nomina dell’energy manager, ufficio Energy manager al numero: +39 379 19.07.221 o via e-mail scrivendo a energymanager@fire-italia.org

Ai sensi dell’art.19 della Legge 10/91 sono obbligati alla nomina del tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia, anche detto energy manager:

  • i soggetti operanti nel settore industriale che nell’anno precedente hanno avuto un consumo di energia superiore a 10.000 tonnellate equivalenti di petrolio;
  • i soggetti operanti nei settori civile, terziario e dei trasporti che nell’anno precedente hanno avuto un consumo di energia superiore a 1.000 tonnellate equivalenti di petrolio.

La nomina deve essere inviata esclusivamente attraverso la piattaforma NEMO (Nomina Energy Manager On-line) disponibile all’indirizzo nemo.fire-italia.org.

I soggetti che per la PRIMA VOLTA devono accreditarsi sul portale NEMO, ossia che non l’abbiamo già fatto nel 2018, sono invitati a procedere con la richiesta di accreditamento entro il giorno 26/04/2019 per permetterci di approvare la registrazione nei tempi stabiliti.
Per i soggetti che procedono volontariamente alla nomina non è prevista alcuna scadenza in caso di prima nomina. Devono poi rispettare la scadenza del 30 aprile negli anni seguenti, come i soggetti obbligati, come sancito dal punto 5 della nota esplicativa della Circolare MiSE del 18 dicembre 2014.
Le linee guida per l’utilizzo della piattaforma sono disponibili al link: “Linee guida FIRE per la comunicazione della nomina dell’Energy manager”.